È arrivato

Con tre settimane di anticipo rispetto alla "data presunta" e due rispetto al cesareo programmato, Mini è arrivato.
Mi si sono rotte le acque in un tranquillo venerdì pomeriggio, ho chiamato l'ospedale avvertendo del mio arrivo e da lì ... panico. La frase che ho ripetuto più spesso è stata "ho paura".
In ospedale sono stati tutti bravissimi, il cesareo d'urgenza non è una banalità e sono stata davvero assistita e confortata nel migliore dei modi.
Lo dico perché si sente così spesso parlare di malasanità che mi sembra corretto riportare un'esperienza così positiva.

M, come C, è nato sottopeso e siamo rimasti in ospedale un po' di più.

M è bravissimo. Ormai ha due mesi, ha cominciato a ridere e a seguirmi con lo sguardo quando mi muovo in una stanza.
Sono felice.

Oddio, ci sono momenti della giornata un po' così in cui si piange insieme, mi sento un po' giù, stanca e sola.
Ma per fortuna i figli "ti innamorano" al punto che mi basta guardare M che dorme o fare una corsa con C e mi passa tutto. E poi c'è il mio Rinci che mi aiuta, mi supporta e mi capisce.

La reazione di Cruscotto merita un post a parte. Quando riuscirò.

Un post un po' confuso ma capirete, ho iniziato a scriverlo circa due ore fa.

3 commenti:

Auramaga ha detto...

Congratulazioni!!!! Benvenuto a Mini :-)

mamiATheart ha detto...

in mega ritardo, tanti auguri!
non so come abbia reagito C, ma Nico aveva reagito malissimo! :)

Asile Day ha detto...

Grazie mille!

Pagine

Powered By Blogger